Please ensure Javascript is enabled for purposes of website accessibility
Prestazione per l'impresa - Salvaguardare l'ambiente e la salute
Regolamento per la registrazione, la valutazione, l'autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH) - Distretto Est e Distretto Ovest
/
/
Regolamento per la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH) – Distretto Est e Distretto Ovest

Unità Operative

Ispettori Reach del Dipartimento di Prevenzione: dr.ssa Edda Alessandra Cariolato, dr.ssa Angela Cioffi, dr. Paolo Tricase, dr.ssa Miriam Zorzetto, dr. Diego Zanini

REACH è l’acronimo del Regolamento per la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche.

Il Reg. (CE) n.1907/2006, cosiddetto REACH, è una normativa integrata per la registrazione, valutazione e autorizzazione delle sostanze chimiche, che mira ad assicurare un maggiore livello di protezione della salute umana e dell’ambiente, aspirando al contempo a mantenere e rafforzare la competitività e le capacità innovative dell’industria chimica europea.

Attraverso il REACH è possibile ottenere maggiori e più complete informazioni su:

  • proprietà pericolose dei prodotti manipolati
  • rischi connessi all’esposizione
  • misure di sicurezza da applicare

Fascia di popolazione a cui si rivolge

Sono coinvolti negli obblighi REACH i produttori e importatori di sostanze in quantitativi pari o superiori a 1 tonnellata/anno, gli utilizzatori a valle di sostanze nonché produttori e importatori di articoli che operano nello Spazio Economico Europeo, SEE (Unione Europea + Islanda, Liechtenstein e Norvegia). Il REACH impone a tali soggetti specifici obblighi.

Sono tuttavia coinvolti in maniera indiretta anche:

  • consumatori finali
  • laboratori di saggio
  • centri privati di ricerca
  • associazioni di categoria
  • servizi di consulenza privati

Autorità nazionale competente

L’Autorità competente a livello nazionale per il REACH è il Ministero della Salute, che opera d’intesa con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, il Ministero dello Sviluppo Economico e il Dipartimento per le Politiche Comunitarie della Presidenza del Consiglio dei Ministri, coordinandosi anche con le Regioni e le Province Autonome.

Attività di vigilanza

L’Autorità competente avvia il sistema dei controlli ufficiali previsto dal Regolamento REACH, al fine di verificare la completa attuazione delle prescrizioni da parte di tutti i soggetti della catena di approvvigionamento delle sostanze, dalla produzione/importazione, all’uso, all’immissione sul mercato delle sostanze, come tali o contenute in miscele o articoli. La vigilanza viene attuata secondo le modalità operative stabilite dall’Accordo Stato Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano del 29 ottobre 2009.

Il Ministero della Salute pubblica annualmente il Piano Nazionale di Vigilanza relativo alle imprese soggette al REACH e al Regolamento (CE) n. 1272/2008 sulla classificazione, etichettatura e imballaggio di sostanze chimiche e miscele (CLP). Il Piano è elaborato tenendo conto delle indicazioni provenienti dall’ECHA, dalla Commissione Europea o da altri organismi europei competenti in materia, nonché sulla base delle priorità emergenti a livello nazionale.

Il “Sistema regionale REACH” consiste nello svolgimento di periodici incontri regionali tra gli operatori delle Aziende ULSS esperti in materia, nella realizzazione di attività di formazione ed aggiornamento sul rapporto tra impiego delle sostanze chimiche e salute umana nonché nella ‘attuazione del “Piano regionale di controllo REACH”

Piano Regionale di controllo ufficiale Reach (anno 2019)

Azienda ULSS 8 Berica ECHA REF 7 (sostanze registrate come intermedi, presso produttori, fabbricanti, importatori, rappresentanti esclusivi (OR) e dichiaranti di sostanze intermedie e loro Utilizzatori Finali e Progetto di verifica sull’uso delle sostanze perfluoroalchiliche (PFAS).

Modalità di accesso

Sono coinvolti negli obblighi REACH i produttori e importatori di sostanze in quantitativi pari o superiori a 1 tonnellata/anno, gli utilizzatori a valle di sostanze nonché produttori e importatori di articoli che operano nello Spazio Economico Europeo, SEE (Unione Europea + Islanda, Liechtenstein e Norvegia). Il REACH impone a tali soggetti specifici obblighi.

Sono tuttavia coinvolti in maniera indiretta anche:

  • consumatori finali
  • laboratori di saggio
  • centri privati di ricerca
  • associazioni di categoria
  • servizi di consulenza privati

Autorità nazionale competente

L’Autorità competente a livello nazionale per il REACH è il Ministero della Salute, che opera d’intesa con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, il Ministero dello Sviluppo Economico e il Dipartimento per le Politiche Comunitarie della Presidenza del Consiglio dei Ministri, coordinandosi anche con le Regioni e le Province Autonome.

Attività di vigilanza

L’Autorità competente avvia il sistema dei controlli ufficiali previsto dal Regolamento REACH, al fine di verificare la completa attuazione delle prescrizioni da parte di tutti i soggetti della catena di approvvigionamento delle sostanze, dalla produzione/importazione, all’uso, all’immissione sul mercato delle sostanze, come tali o contenute in miscele o articoli. La vigilanza viene attuata secondo le modalità operative stabilite dall’Accordo Stato Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano del 29 ottobre 2009.

Il Ministero della Salute pubblica annualmente il Piano Nazionale di Vigilanza relativo alle imprese soggette al REACH e al Regolamento (CE) n. 1272/2008 sulla classificazione, etichettatura e imballaggio di sostanze chimiche e miscele (CLP). Il Piano è elaborato tenendo conto delle indicazioni provenienti dall’ECHA, dalla Commissione Europea o da altri organismi europei competenti in materia, nonché sulla base delle priorità emergenti a livello nazionale.

Il “Sistema regionale REACH” consiste nello svolgimento di periodici incontri regionali tra gli operatori delle Aziende ULSS esperti in materia, nella realizzazione di attività di formazione ed aggiornamento sul rapporto tra impiego delle sostanze chimiche e salute umana nonché nella ‘attuazione del “Piano regionale di controllo REACH”

Piano Regionale di controllo ufficiale Reach (anno 2019)

Azienda ULSS 8 Berica ECHA REF 7 (sostanze registrate come intermedi, presso produttori, fabbricanti, importatori, rappresentanti esclusivi (OR) e dichiaranti di sostanze intermedie e loro Utilizzatori Finali e Progetto di verifica sull’uso delle sostanze perfluoroalchiliche (PFAS).

Recapiti e punti di erogazione

Elenco dei recapiti e punti di erogazioni afferenti a questa prestazione.

Orario:
apertura dello stabile dal Lunedì al Giovedì dalle 7.30 alle 17.30; Venerdì dalle 7.30 alle 17.00
Telefono:
0444 752211

Portineria / Informazioni - Accesso dal Lunedì al Giovedì dalle 7.30 alle 17.30. Venerdì dalle 7.30 alle 17.00

0444 752205

Segreteria del Dipartimento di Prevenzione - dal Lunedì al Venerdì dalle 8.00 alle 13.00

Emailprotocollo.prevenzione.aulss8@pecveneto.it Posta Elettronica Certificata (PEC)

Si riceve solo su appuntamento.

I contenuti sono stati utili?

Clicca sulle faccine per votare!

Torna in alto

AVVISO: Sospensione pagamento anticipato ticket

Si comunica che a partire dal 01/01/2024 entrerà in vigore il nuovo tariffario delle prestazioni di specialistica ambulatoriale.

Fino al 31 dicembre 2023 si raccomanda di non pagare anticipatamente il ticket per le prestazioni con data appuntamento successiva al 01/01/2024, in quanto l’importo dovuto potrebbe subire variazioni.